Istituto di Istruzione Superiore Statale
Virginio - Donadio
Alberghiero Agrario
La Storia

 

L’attuale IIS “Virginio Donadio”, nato il 1° settembre 2012, sulla base del Piano di dimensionamento delle Istituzioni scolastiche proposto dall'amministrazione provinciale, è costituito dalla sezione Tecnico Agrario del “Virginio” di Cuneo, dall'Alberghiero “Donadio” di Dronero e dalla sezione dell’Alberghiero attivata presso la Casa Circondariale di Cuneo. A partire dall'anno scolastico 2013/2014 viene attivato il percorso serale dell'indirizzo Agrario, prima nell'ambito del "Progetto POLIS" e poi, da settembre 2015, come vero e proprio indirizzo serale.

Istituto agrario

L’Istituto Agrario di Cuneo nasce nel 1961 come Istituto Professionale intitolato a Paolo Barbero. Nel corso degli anni vengono attivate diverse sedi coordinate in tutta la provincia: Demonte, Mondovì, Verzuolo, Fossano, Grinzane Cavour e Cravanzana. Dal 1978 l’agrario di Cuneo si dota dell’Azienda agraria didattica e sperimentale, di oltre due ettari, ubicata in località Madonna dell’Olmo. Nel settembre 1985 il “Barbero” viene suddiviso in due distinte autonomie: l’Istituto Professionale Agrario di Cuneo comprendente anche le sedi di Mondovì e Demonte (che resterà attiva fino all’anno scolastico 1992/1993) e l’Istituto Professionale Agrario di Fossano. Dal 1° settembre 1993 l’Istituto professionale per l’Agricoltura “P. Barbero” di Cuneo perde la propria autonomia e viene aggregato all’Istituto Tecnico Agrario “Umberto I” di Alba. Contestualmente, l'indirizzo attivo presso la sede di Cuneo si trasforma in Tecnico agrario. Dall’anno scolastico 2000/2001 il Tecnico Agrario di Cuneo, unitamente all’Istituto per Geometri costituisce la nuova autonomia scolastica intitolata a Vincenzo Virginio (Cuneo 1752 – Torino 1830), noto per aver vinto la diffidenza e l’indifferenza della gente riguardo al consumo alimentare della patata.

Istituto alberghieroL’Istituto Professionale Statale per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione “aprì i battenti” a Dronero nell’a.s. 1990/91 come sede coordinata dell’Istituto Giolitti di Mondovì. Ciò fu dovuto alla tenacia in particolare di Gianfranco Donadio, preside della scuola media e sindaco di Dronero. L’intuizione che il capoluogo della Valle Maira si prestasse ad ospitare un istituto superiore fu compresa dall’allora preside dell’Alberghiero di Mondovì, Bernardo Debernardi. I primi locali che accolsero studenti, professori e collaboratori scolastici furono quelli del’ex-albergo Tripoli, storico luogo della ristorazione dronerese. A partire dall’anno scolastico 1997/98 la scuola trovò sede definitiva presso l’ex-caserma Beltricco, ai confini con il comune di Roccabruna. L’Istituto fu intitolato, nel 1999 a Gianfranco Donadio, prematuramente scomparso cinque anni prima.


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.